A VOLTE RITORNANO

La nomina di Angelo Cresco alla presidenza dei Veronesi nel Mondo

Scrivo da una sperduta e paciosa isoletta al largo della Dalmazia dove non c’è praticamente nulla e si può ancora assaporare il gusto di una vita genuina, spartana, fatta di poche cose, essenziali ma decisamente buone. Il collegamento internet tra un singhiozzo l’altro è quello che è, ma quando funziona trovo il modo di leggere i giornali e aggiornarmi sulle ultime di casa nostra. Ieri sera quando ho appreso la notizia della nomina di Angelo Cresco a presidente dell’Associazione Veronesi nel Mondo quasi m’ha preso un colpo. Come Fantozzi davanti alla Pina in bigodini mi si è azzerata la saliva. Già nutro seri dubbi sull’utilità di un simile organismo comunale, e di conseguenza finanziato tra le altre cose dai contribuenti in riva all’Adige, ma così il danno sa pure di beffa. Mi chiedo inoltre se nella Germania protestante, ad esempio a Gottingen esista una fantomatica associazione Gontigotti nel mondo. Ne dubito. Fosse così fosse accetterei divertito la smentita. Penso a queste barocche forme di rappresentanza e mi compare il fantasma cotonato di Lady Mastella sfilare con il codazzo della sua corte dei miracoli per la Fifth Avenue in occasione del Colombus Day. Chiacchiere, coccarde, e già che ci siamo mettiamoci pure il distintivo. Vezzi, o meglio vizi, decisamente italici.

P1040508_A

Ho vissuto quattro anni all’estero e non mi è mai nemmeno balenato per l’anticamera del cervello di rivolgermi a un’ associazione della mia città che mi rappresentasse fuori dai confini nazionali. Mi domando cosa gliene freghi oggi, nell’era di internet, ai nostri concittadini sparsi per il globo. Mandiamo forse Giancarlo Perbellini a Melbourne a cucinare bollito e pearà in rivisitazione molecolare? Organizziamo dei seminari a Toronto sul broccoletto di Custoza? Trasferiamo la sagra del toro da Sanguinetto a Capetown? Non saranno invece queste associazioni un modo molto astuto per garantire un posticino in carrozza a questo o a quel politico, magari caduto in disgrazia? Lo scrivo perché quando ho visto comparire il nome di Angelo Cresco, è la prima cosa cui ho pensato. Un reperto archeologico, un eretteo della prima repubblica: cinque legislature e in più occasioni sottosegretario in vari governi. Angelo Cresco era l’uomo forte del rampante socialismo craxiano a Verona. Già i socialisti, quelli della Milano da bere. Oltre alla Madunina si bevvero anche l’Italia, Verona compresa, fino a prosciugarla.

Tra le mura scaligere, quella che Nadir Welponer definì “la cupola” ruotava attorno ai DC Gianni Fontana e Alberto Rossi, nonchè i loro uomini di fiducia come “Rambo” Bissoli e Carlo Olivieri, e Cresco per l’appunto. Coinvolto nella tangentopoli scaligera e indagato su più fronti, l’ex sindacalista della CIGL patteggiò un paio di condanne. Con la nascita della seconda repubblica uscì dalla vista dei radar, rimanendo però ancorato al sottobosco. Davide Bendinelli, il deus ex machina gardesano di Forza Italia, gli ha lanciato il salvagente, prima nominandolo a capo del consorzio di depurazione delle acque del Garda, e ora indicandolo al sindaco Sboarina come l’uomo giusto per rappresentare i veronesi all’estero. Tutto sommato, strideva meno alle prese con i collettori. Non so se il neosindaco sia un fan di Jurassic Park, ma ho l’impressione che quantomeno ne abbia tratto ispirazione. Tutto ci si poteva aspettare, tranne la ricomparsa sulla scena di un dinosauro. Cresco a rappresentare i veronesi nel mondo, è come fare di Gresko l’ambasciatore degli interisti. Non credo i tifosi nerazzurri gradirebbero. Questione di gusti, certo, ma se permettete soprattutto di opportunità e stile. In tal ottica questa non è una caduta, ma un vero e proprio volo dal precipizio senza il paracadute della dignità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...